Harbor Island
Solchi nel Tramonto Cullato dai Rami
Gli ultimi Colori La Sagoma solitaria
Le Foglie ed il Mare Il Guardiano delle Maree
Foglie di Vapore Braccia verso il Cielo
Giochi al Tramonto Il Guardiano e la Ragazza

Mi fermai rapito dal silenzio dell’acqua immota: lontano potevo scorgere la sagoma di quell’albero solitario. Con i suoi rami scarni come braccia protese verso il cielo, afferrava gli ultimi raggi del sole che rilucevano sull'acqua come cocci dorati.

Mi avvicinai a quella sagoma, testimone d’innumerevoli maree, lentamente, con reverenza, come se da un momento all'altro potesse dileguarsi. Camminai in quello specchio d'acqua che lambiva le mie caviglie come se il tempo si fosse fermato, come se quella distesa d'acqua bassa non avesse mai fine.

Mi ritrovai davanti a quella sagoma, con il suo riflesso sull'acqua fuso col mio; alle mie spalle la spiaggia lontana, di fronte a me il silenzio del mare.