Nefertari
Merit-en-mut

Cartiglio

Trentadue secoli anni fa, uno dei più grandi Re d'Egitto, Ramses II, iniziò la costruzione della "dimora dell'eternità" della sua sposa reale: Nefertari, Meritenmut. Ad ovest di Karnak, l'antica Tebe, aldilà del Nilo, tra le montagne che le stirpi faraoniche avevano scelto per seppellire le spoglie reali, si trova questa dimora, tra le più belle, i cui colori vivaci riportano il cammino che l'ancor giovane regina, doveva compiere, per unirsi nell'aldilà alle stelle del firmamento.
Nefertari, il cui nome può essere tradotto in "la migliore", "la più bella di tutte", o "quella che possiede grazia, e amore", rapisce chi ne contempla i dipinti sulle pareti della sua dimora, per la bellezza del suo volto, per la grazia che tali colori vivaci e forme affinate trasmettono agli occhi del visitatore.

Nefertari
Meritenmut I gioielli della Regina